• Home  /
  • Regolamento

Regolamento

Regolamento dell’associazione sportiva dilettantistica podistica A.V.I.S. Campobasso

TITOLO PRIMO
Norme generali

Art.1 – I principi

Il presente Regolamento, in attuazione del proprio Statuto, determina il funzionamento interno dell’Associazione sportiva dilettantistica AVIS Campobasso, di seguito chiamata anche AVIS Campobasso.

Esso è inoltre finalizzato ad uniformare ed a disciplinare i comportamenti, i compiti e gli indirizzi societari, finalizzati alla pratica ed alla diffusione di attività sportive connesse alla disciplina dell’atletica leggera.
E’ infine dettato per soddisfare, in modo prioritario e preminente, gli interessi di quanti sono iscritti alla Società.

TITOLO SECONDO
Funzionamento degli organi

Art.2 – L’Assemblea generale dei soci

L’Assemblea generale dei soci si svolge secondo quanto previsto dall’art. 8 dello Statuto.
L’Assemblea, previa convocazione del Presidente, si riunisce almeno una volta l’anno e tutte le volte che si dovesse rendere necessario.
Le riunioni dell’Assemblea sono presiedute dal Presidente, o in sua assenza dal vice Presidente, il quale nomina di volta in volta un segretario verbalizzante tra i Soci presenti.
L’Assemblea ordinaria e l’Assemblea straordinaria possono essere convocate nello stesso giorno purché tra la fine dell’una e l’inizio dell’altra intercorra almeno un’ora.

Art.3 – Il Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo rimane in carica quattro anni ed è costituito da un numero variabile di componenti, così come previsto dall’art.11 dello Statuto, a seconda delle esigenze e degli obiettivi che l’Associazione si propone.
Il Consiglio Direttivo crea le condizioni per un maggiore coinvolgimento dei soci nella vita dell’Associazione e vigila sul buon funzionamento della stessa e sul rispetto del presente Regolamento.

In particolare:
– redige il Bilancio preventivo e quello consuntivo che verranno poi sottoposti al parere ed al voto dell’Assemblea dei soci;
– fissa le date di convocazione dell’ Assemblea; – valuta le domande di adesione dei nuovi soci e ne delibera l’eventuale adesione;
– determina il valore della quota annuale di adesione per i rinnovi e per le iscrizioni di nuovi soci;
– elabora il programma annuale di attività dell’Associazione;
– applica gli eventuali provvedimenti disciplinari nei confronti dei soci non rispettosi dello Statuto e del presente Regolamento; – nomina tra i propri componenti il vice Presidente ed il Tesoriere con funzioni di segretariato.
Possono candidarsi a membro del Consiglio Direttivo tutti i soci in regola con il pagamento delle quote annuali e che non abbiano riportato provvedimenti disciplinari.
I consiglieri che, per ingiustificato motivo, rimangono assenti per almeno tre riunioni consecutive, decadono dall’incarico.
Le candidature vengono proposte e votate dall’Assemblea generale dei soci alla scadenza naturale del mandato o in caso di sostituzione di consiglieri dimissionari.
In presenza di un numero di candidati superiore alla misura prevista dallo Statuto, il voto è segreto.
Delle sedute del Consiglio direttivo, va redatto di volta in volta apposito verbale sottoscritto dal Presidente, o in sua assenza dal vice Presidente, e dal segretario verbalizzante nominato all’inizio della seduta.

Art.4 – Il Presidente

Il Presidente è il responsabile legale dell’Associazione.
Viene eletto dall’Assemblea generale dei soci e rimane in carica per quattro anni.
Al fine di consentire il naturale ricambio ed una maggiore trasparenza nella vita dell’Associazione, il Presidente non può ricoprire tale incarico, salva diversa e motivata decisione deliberata dall’Assemblea generale dei soci, per più di due mandati pieni e consecutivi.

Possono candidarsi a Presidente dell’Associazione sportiva dilettantistica AVIS Campobasso tutti i Soci in regola con il pagamento delle quote annuali e che non abbiano riportato provvedimenti disciplinari nell’ambito del settore sportivo e/o condanne penali per reati dolosi, finalizzati ad un proprio profitto o vantaggio, con la pubblica fede, il patrimonio, e contro lo Stato.
Il Socio che intende candidarsi alla carica di Presidente, può proporre la propria candidatura in sede assembleare.
La candidatura dovrà essere accompagnata dalla presentazione di un programma che il candidato illustrerà all’Assemblea.

In presenza di più candidature, il voto è segreto.

TITOLO TERZO
Patrimonio – Bilanci

Art.5 – Patrimonio

Il Patrimonio dell’Associazione sportiva dilettantistica AVIS Campobasso, è costituito dal complesso dei beni mobili ed immobili e dalle eventuali riserve accantonate.
Le entrate sono costituite dalle quote associative annuali e dai proventi derivanti da contributi erogati da enti pubblici o privati e da quelli riconosciuti alle società nelle competizioni sportive.
Tutti i beni in natura, riconosciuti alla Società nelle competizioni sportive, verranno devoluti in beneficenza alle Associazioni no-profit presenti nel capoluogo di regione.
Durante la vita dell’Associazione, non potranno essere distribuiti, anche in modo diretto o differito, avanzi di amministrazione nonché fondi, riserve o capitale.

Art.6 – I Bilanci

L’anno sociale e l’esercizio finanziario iniziano il 1 gennaio e terminano il 31 dicembre di ciascun anno.
Il Bilancio preventivo deve essere approvato entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento mentre quello consuntivo entro il mese successivo la scadenza dell’esercizio finanziario.

TITOLO QUARTO
I soci

Art.7 – I soci

Sono soci dell’Associazione sportiva dilettantistica AVIS Campobasso, tutti coloro che sono regolarmente tesserati ed in regola col pagamento delle quote associative annuali.

Art.8 – Ammissione nuovi soci

Possono aderire all’Associazione sportiva dilettantistica AVIS Campobasso tutti coloro che condividono i principi per i quali l’Associazione è stata costituita e le regole previste dallo Statuto sociale e dal presente Regolamento.
La domanda di ammissione a Socio, deve essere indirizzata al Presidente dell’Associazione che provvederà a portarla in discussione nella prima riunione utile del Consiglio Direttivo.

Esso si pronuncerà in merito dopo una valutazione basata su requisiti predefiniti ed in particolare:
– se il richiedente ha doti di lealtà e correttezza;
– se è stato soggetto a sanzioni disciplinari per l’inosservanza delle regole e dei principi etici che riguardano la pratica dello sport;
– se è in possesso del certificato di idoneità alla pratica sportiva agonistica rilasciato dal medico specialista;
– se l’allargamento della base sociale corrisponde alle esigenze e agli indirizzi dell’Associazione.

Art.9 – Riaffiliazione

La riaffiliazione avviene contestualmente al pagamento della quota annuale di adesione da effettuarsi entro il 31 marzo di ciascun anno.
Oltre tale data il Socio verserà una quota parificata a quella di prima affiliazione determinata dal Consiglio direttivo.

Art.10 – Decadenza dei Soci

I Soci cessano di appartenere all’Associazione nei seguenti casi:
a – dimissione volontaria;
b – morosità protratta per oltre due mesi dalla scadenza del versamento della quota associativa annuale;
c- radiazione deliberata dalla maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio Direttivo, pronunciata contro il Socio che commette azioni ritenute disonorevoli per l’Associazione o che, con la sua condotta, costituisce ostacolo alle finalità ed agli obiettivi della stessa;
d – scioglimento dell’Associazione ai sensi dell’art.23 del presente Statuto.

TITOLO QUINTO
Norme di comportamento e sanzioni

Art.11 Norme di comportamento

I Soci dell’AVIS Campobasso sono tenuti ad avere un comportamento di correttezza e di lealtà ed in particolare:
– a portare rispetto ai propri compagni e agli Organi della Società;
– ad evitare di discreditare l’Associazione ed i suoi dirigenti;
– ad evitare ogni altro comportamento che danneggi o possa danneggiare materialmente e/o moralmente l’Associazione.
La normativa regionale riconosce alle Società sportive locali un contributo annuale determinato sulla consistenza dell’attività agonistica svolta dai propri iscritti.
A tal fine è indispensabile che ciascun associato, che si iscrive a competizioni per le quali è possibile documentare le spese sostenute ( iscrizione, viaggio, vitto e alloggio ), provveda a farsi rilasciare le ricevute o documentazione fiscale ed a consegnarle alla Società per consentire una rendicontazione più consistente.

Tutti i Soci devono inoltre assicurare la propria partecipazione alla vita complessiva dell’Associazione, insieme all’impegno per lo sviluppo ed il sostentamento della stessa, in particolare garantendo la partecipazione alle competizioni sportive previste dal programma annuale, attraverso le quali reperire eventuali contributi economici, se previsti, per l’autofinanziamento dell’Associazione.

Al fine di incentivare la partecipazione alle suddette gare, la Società organizza per ciascun anno di attività, il campionato interno prevedendo, a conclusione dello stesso, il riconoscimento di un premio agli atleti che si sono distinti per impegno e partecipazione.
Il regolamento per lo svolgimento del campionato interno viene inserito nel programma di attività annuale che il Consiglio Direttivo presenta all’inizio dell’anno all’Assemblea generale dei Soci.
Per una corretta gestione del campionato interno, è opportuno che le iscrizioni vengano fatte direttamente dalla Società in modo da facilitare di volta in volta l’aggiornamento della classifica.
Agli atleti che provvedono autonomamente all’iscrizione, non verrà riconosciuto alcun punteggio valido per la classifica finale.
L’iscrizione dovrà essere effettuata prioritariamente tramite il sito ufficiale della Società.
Solo per impedimento o per cause di forza maggiore, potrà essere fatta anche a mezzo fax o telefonando all’addetto, delegato dal Presidente a svolgere tale funzione.

Per le gare organizzate direttamente dall’AVIS Campobasso, è auspicabile che tutti i Soci garantiscano un impegno diretto sia nella fase organizzativa che nella partecipazione agonistica.
Per la salvaguardia dell’immagine dell’Associazione, i Soci che partecipano alle gare, sono obbligati ad utilizzare esclusivamente la divisa ufficiale.
Ciascun Socio è obbligato a sottoporsi ai controlli medici annuali ed a consegnare alla Società una copia del certificato di idoneità alla pratica dell’attività agonistica.
Entro tre mesi dalla scadenza del vecchio certificato, il Presidente farà recapitare al Socio il modello per il rinnovo ed una comunicazione in duplice copia, della quale una firmata per ricevuta e restituita alla Società, con la quale si inviterà lo stesso a provvedere nei tempi necessari al rinnovo del certificato, pena la sospensione dall’attività agonistica fino alla regolarizzazione della propria posizione.

Art.12 – Provvedimenti disciplinari

In caso di condotta non corrispondente con le linee della Società e di inosservanza alle norme di comportamento, il Socio, a seconda della gravità del caso, può essere assoggettato ai seguenti provvedimenti disciplinari:
a – richiamo orale;
b – richiamo scritto;
c – sospensione;
d – radiazione.
I provvedimenti disciplinari vengono eseguiti dal Presidente su decisione del Consiglio Direttivo. Il provvedimento di radiazione, di cui alla precedente lettera d, deve essere discusso e ratificato dall’Assemblea generale dei Soci nella sua prima riunione utile.
L’associato radiato non potrà più essere riammesso alla Società.
Tutte le controversie insorgenti tra l’Associazione ed i Soci medesimi saranno devolute all’esclusiva competenza della Camera di conciliazione ed Arbitrato per lo Sport presso la sede del CONI.